Laccato

Le cucine in laccato lucido danno luminosità all’ambiente, le cucine in laccato opaco o supermatt spiccano per eleganza e ben si abbinano agli elementi in legno, quelle in laccato effetto metallo seguono le tendenze più attuali dell’arredo.

Che cos’è il laccato?
Tipologie di laccato
Caratteristiche delle ante in laccato
Come pulire una cucina in laccato

Che cos’è il laccato?

Il laccato è un pannello di fibre legnose a media densità (MDF) completamente verniciato con vernice poliestere come fondo e una finitura superficiale poliuretanica con un risultato coprente e omogeneo.

Tipologie di laccato

  • Laccato lucido: è spazzolato perché rifletta la luce come uno specchio e dia luminosità all’ambiente
  • Laccato opaco: è la finitura di colore non lucente, intramontabile per eleganza, spesso usata per creare movimento con degli stacchi visivi nelle cucine in legno
  • Laccato super matt: è una verniciatura particolarmente opaca con una mano superficiale che la rende vellutata al tatto
  • Laccato effetto metallo: la laccatura superficiale, contenente particelle di vero metallo, viene graffiata a mano e successivamente protetta con una mano di vernice trasparente, fino a ottenere l’effetto metallo, molto di tendenza nel settore arredo; Doimo Cucine, per esempio, propone il laccato effetto metallo iridio, ottone, rame e titanio

Caratteristiche delle ante in laccato

Nel mondo dell’arredo cucina, il laccato viene usato per lo più per ante, mensole e pannellature. La finitura laccata è:

  • resistente alle macchie purché trattate subito
  • disponibile in numerosi colori
  • soggetta a variazioni di colore se troppo esposta alla luce diretta del sole
  • soggetta a perdere brillantezza nel caso del laccato lucido o metallico o, al contrario, ad acquisire lucidità nel caso del laccato opaco e super matt se strofinata in fase di pulizia
  • applicata su pannelli grezzi a emissione minima di formaldeide (classe E1, UNI EN 13986/2005)

Come pulire una cucina in laccato

Le ante in laccato vanno pulite con un panno umido e morbido, risciacquate e asciugate con cura. Rimuovere le macchie velocemente di modo che non penetrino negli strati della laccatura con il rischio che lascino aloni permanenti. Solo nel laccato lucido le macchie possono essere trattate anche con un panno a cui è stato aggiunto un prodotto per la pulizia dei vetri o un sapone neutro; in ogni caso si suggerisce di provare sempre qualsiasi prodotto sulla parte interna dell’anta prima di intervenire sulla parte esterna. Qualora il laccato sia usato in orizzontale, come per le mensole, utilizzare i sottopentola per appoggiare oggetti caldi.

Evitare l’uso di:

  • spugne abrasive
  • pagliette metalliche
  • prodotti abrasivi
  • detersivi in polvere
  • acetone
  • trielina
  • ammoniaca
  • alcool o prodotti a base alcolica