PET

Una cucina ecosostenibile? Con le ante dei mobili in PET, la cucina è rispettosa dell’ambiente e della salute di chi la vive ogni giorno e tiene d’occhio l’estetica con finiture lucide e opache.

Che cos’è il PET?
Caratteristiche del PET
Ante cucina in PET
Come pulire una cucina in PET

Che cos’è il PET?

Il PET è polietilene tereftalato, una materia plastica PVC free e a zero emissioni nell’ambiente. È prodotto con il petrolio o il metano la prima volta e poi sempre riciclato. Le bottiglie di plastica dell’acqua, per esempio, sono di PET ed è risaputo come siano riciclabili al 100% così da inserirsi nel grande ambito verde dell’ecosostenibilità. Le superfici in PET sono prodotte in diversi spessori e quindi sottoposte a un processo nanotecnologico per renderle resistenti.

Caratteristiche del PET

Questo materiale green è rispettoso dell’ambiente e della salute umana in tutto il proprio ciclo di vita e di rigenerazione: particolarmente igienico durante l’uso, e per questo un pilastro nel settore alimentare come in quello cosmetico e farmacologico, rispetta l’ambiente anche in fase di smaltimento, poiché non emana composti inquinanti. Gli arredi in PET sono:

  • impermeabili all’acqua e ai liquidi a base acquosa
  • resistenti alle macchie
  • discretamente resistenti agli urti
  • disponibili in più colori lucidi o opachi
  • economici

È comunque sempre consigliabile accendere la cappa quando si utilizza il piano cottura per sessioni prolungate o si cucina cibo che rilascia molto vapore acqueo.

Ante cucina in PET

I pannelli in PET sono usati per gli elementi verticali dell’arredo, quindi per le ante di basi, colonne e pensili. In Doimo Cucine i fogli in PET, spessi 0,25 mm, sono incollati tramite rulli con colla poliuretanica resistente a calore, vapore, umidità e acqua. Sono applicati su pannelli di particelle di legno di media densità (MDF) a emissione minima di formaldeide (classe E1, UNI EN 13986/2005) e a breve certificati CARB P2, perciò adatti anche all’esportazione negli Stati Uniti d’America. Il lato interno è in melaminico, i bordi sono in ABS, entrambi in tinta con l’anta. Nel caso di mensole ed elementi a giorno, il PET riveste i lati mentre i bordi sono realizzati in ABS in tinta. Disponibile in più colori e, seppure naturalmente brillante, può essere scelto con finitura lucida od opaca (in Doimo Cucine XGloss e XMatt), per seguire le tendenze estetiche più attuali.

Come pulire una cucina in PET

Il PET è un materiale molto pratico perché resistente e facile da pulire, oltre a essere particolarmente igienico. È comunque sempre buona abitudine eliminare subito eventuali depositi di acqua, vino, caffè, olio e altri liquidi con un panno morbido o carta assorbente. Per la pulizia, utilizzare solo un panno morbido in microfibra e un detergente liquido neutro. Risciacquare con un panno inumidito con acqua calda e asciugare con cura.
Evitare l’uso di:

  • spugne, pagliette e prodotti abrasivi
  • acetone, alcool o detergenti contenenti cloro e aggressivi, come decalcificanti a base di acido formico, pulitori per scarichi, acido cloridrico, prodotti per la pulizia dell’argento, detergenti per forno, prodotti candeggianti
  • oggetti caldi in appoggio, compresi forni o altri elettrodomestici se non isolati nella parte appoggiata